Novembre 2017
 D  L  M  M  G  V  S
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30

Giardino dell‘Abbazia di San Nicolò a San Gemini

Il giardino e gli spazi annessi al complesso di San Niccolo (abbazia benedettina del XI sec.)  si sviluppano allo stesso livello  altimetrico del centro storico di San Gemini, su di un poggio pianeggiante dominante la valle del Fosso Cerreta (a Ovest) .

Il giardino è organizzato in una serie di unità paesaggistiche di forme diverse, situate intorno al complesso architettonico dell'abbazia, sul poggio.

Ogni una é caratterizzata da un elemento compositivo maggiore o da un soggetto arboreo particolare come il bellissimo esemplare di Celtis Australis situato ai limiti della terrazza a prato rivolta verso il Colle Pizzuto.
... Leggi tutto >>


Proprieta': Privata

Foto del Parco/Giardino

Utilizzo

Il giardino rientra nei paesaggi a dominante fisico-naturalistica dei Monti Martani.
 

Dalla Strada Tiberina che costeggia la proprietà a Est, il complesso é appena percepibile perché situato ad un livello leggermente più alto della strada (scarpata) e parzialmente nascosto dalla folta vegetazione che lo delimita (arbusti). Solo il campanile dell'abbazia é visibile anche da lontano.

La composizione del giardino é interessante per il rapporto ricercato tra l'edificio romanico e il paesaggio: il giardino appare come un elemento di mediazione tra queste due entità. Infatti le scarpate con olivi e piante da frutto previste da Porcinai ai limiti del poggio, instaurano un dialogo tra il paesaggio agricolo e quello del giardino che circonda gli edifici e evoca l'antica relazione tra l'abbazia e il fondo agrario.

Contesto: Urbano

Foto del Paesaggio

Eccellenze

Parco e/o giardino

Epoca di creazione del giardino: 1960-1971

Autore:  Pietro Porcinai

Superfice: il giardino 5000 mq; il possedimento 60.000 mq
Elementi caratterizzanti Il giardino si sviluppa intorno al complesso
architettonico di San Nicolò (abbazia benedettina del XI sec.)
su di un poggio pianeggiante dominante la valle del Fosso Cerreta (a Ovest).

Elementi compositivi: il complesso di San Nicolò 
il piazzale che è anche
l’accesso alla proprietà e la terrazza a prato che si sviluppa a Ovest
dell'abbazia, il frutteto situato nell' “orto ex Francescangeli" .

Emergenze botaniche un bellissimo Celtis australis posto al limite della terrazza, gruppo di Pinus pinaster, collezione di rose, Iris, Aster, Anemone japonica, e Bergenia crassifolia. Il muro dell'edificio (sud) è coperto da Campsis (bignonia) e edera.
 
Stato di conservazione: buono

Apertura al pubblico: Si
Biglietto di ingresso: No
Accessibilita' ai disabili: No

L'abbazia é l'edificio principale le cui facciate sono valorizzate dal giardino, in particolare nei settori Nord ed Est, quelli accessibili al pubblico (piazzale). D'origine romanica (XI sec.) l'abbazia  prosperò  fino a tutto il XIV secolo. Il suo declinio inizia dopo la metà del XV secolo, quando venne data in commenda ai Capitoli di S. Gregorio e San Pietro di Spoleto.

Tra il 1960 e il 1967 Alberto Violati ,proprietario  del complesso ridotto a rudere  e dell'intero fondo agrario , restaura l'edificio. La chiesa del complesso abbaziale é allora restituita al culto , mentre i corpi laterali sono trasformati in residenza della famiglia (appartamenti).



Biglietto di ingresso: No
Accessibilita' ai disabili: No

Indirizzo: località San Nicolò, 1
Localita': San Gemini
Citta': SAN GEMINI
Comune: SAN GEMINI (TR)

Orari

Orari di Apertura: su appuntamento


In Auto
In Aereo

In Treno

Opinioni

Lascia un Messaggio

Nominativo *
Email *
Inserisci il codice di controllo riportato nell'immagine *
  Acconsento al trattamento dei dati personali
Decreto Legislativo 196/2003

 
 

News

Eventi

Foto/Video/Audio

Links

< Torna indietro

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

X